Principali attività della Conferenza dei Governi
cantonali

  • La CdC si adopera per rafforzare e sviluppare il federalismo quale elemento centrale dello Stato. Ad esempio ha accompagnato la revisione della Costituzione federale del 1999. Ogni tre anni organizza insieme alla Confederazione la Conferenza sul federalismo volta a rafforzare lo scambio nazionale e a sviluppare prospettive per il futuro. 
  • All’inizio del 2008 è entrata in vigore la Nuova impostazione della perequazione finanziaria e dei compiti (NPC). La CdC ha contribuito in ampia misura al successo di questo progetto e si impegna per ottimizzare ulteriormente la compensazione e separare meglio i vari compiti. La CdC verifica se i progetti della Confederazione rispettano i principi della NPC e monitora regolarmente il federalismo per conto della Fondazione ch.
  • La CdC si adopera ai fini di un adeguato coinvolgimento dei Cantoni nella politica estera ed europea della Confederazione. Ha fornito un prezioso contributo affinché i diritti di partecipazione venissero rispettati nell’ambito della revisione della Costituzione federale. Dal 2012 organizza regolarmente il Dialogo Europa per favorire lo scambio tra il Consiglio federale e i Governi cantonali sulle questioni di politica europea.
  • La bocciatura del pacchetto fiscale della Confederazione da parte di popolo e Cantoni ha segnato il primo successo di un referendum voluto dai Cantoni. La CdC ha coordinato il lancio del referendum nel 2003 e nel 2004 ha condotto la campagna dei Cantoni in vista della votazione.
  • I Cantoni hanno un ruolo importante nell’ambito dell’integrazione degli stranieri. Nel 2011 la CdC ha emanato in collaborazione con la Confederazione delle linee guida per lo sviluppo della politica svizzera in materia di integrazione. Su questa base sono stati elaborati i programmi cantonali d’integrazione (PIC). I PIC, coordinati dalla CdC, danno buone prove.
  • Con l’inaugurazione della Casa dei Cantoni nel 2008 è stato compiuto un significativo passo avanti per migliorare la cooperazione intercantonale. La CdC si è occupata della progettazione e della realizzazione del progetto.
  • Nel 2001 su iniziativa della CdC è stata istituita la Conferenza tripartita degli agglomerati (CTA), una piattaforma politica per Confederazione, Cantoni, Città e Comuni, che ha contribuito in misura sostanziale allo sviluppo della politica degli agglomerati. A partire dal 2017 la cooperazione tripartita è estesa alle regioni rurali.